O me! O life!

Non poteva che essere Rivka la prima cliente del Caffè.
Da anni ormai, comunichiamo solamente attraverso dispositivi virtuali, eppure ci sono poche persone che sento altrettanto vere e reali come lei.

Si guarda attorno incuriosita, mantenendo la presa salda sulla sua macchina fotografica perennemente al collo, poi con passo leggero e tranquillo si avvicina al bancone.
“Ho un regalo per te”, mi dice, sedendosi di fianco a Sidro che, nel frattempo, la sta sezionando con lo sguardo in maniera quasi imbarazzante.
“Un regalo per me? Stupendo! Adoro i regali per me. Che cos’è?”

Penso subito alle sue foto, ai suoi bianco e neri “bruciati”, alla capacità unica di un’artista di avere occhi che osservano ciò nessun altro scorge, nella realtà che tutti vedono. Nella sua abilità di interpretare l’ordinario e il convenzionale e, manipolandolo secondo il proprio, unico e personale sguardo, riproporlo sotto una luce nuova, con un angolazione differente e un aspetto a cui non avremmo mai pensato.

Acceso da questi pensieri, trepidamente attendo il mio regalo, ma al posto della foto che già occupava la mia immaginazione appare un foglio di carta. Faccio per prenderlo, ma Sidro, con una mossa quanto mai inaspettata e fulminea,(non avrei mai pensato che potesse muoversi a quella velocità), mi anticipa e mettendosi in piedi sulla sedia, (e lasciandoci a bocca aperta), comincia a recitare:

“Oh me! Oh vita! di queste domande che ricorrono degli infiniti cortei di senza fede, di città piene di sciocchi, di me stesso che sempre mi rimprovero,(perché chi più sciocco di me, e chi più senza fede?), di occhi che invano bramano la luce, di meschini scopi, della battaglia sempre rinnovata, dei poveri risultati di tutto, della folla che vedo sordida camminare a fatica attorno a me, dei vuoti ed inutili anni degli altri, io con gli altri legato in tanti nodi, la domanda, oh me, la domanda così triste che ricorre – Che cosa c’è di buono in tutto questo, oh me, oh vita?

Risposta: Che tu sei qui, che esiste la vita e l’individuo, che il potente spettacolo continua, e tu puoi contribuirvi con un tuo verso. WALT WHITMAN”.*

Finito il monologo Sidro si affloscia nella sua solita posizione e ricomincia ad esaminare Rivka come se fosse una radiografia.
Continuiamo a rimanere a bocca aperta, poi, come per rompere l’incantesimo, comincio a parlare.

“Grazie, è un regalo stupendo”.
“Non c’è di che”.
“Oltre a riportarmi indietro nel tempo mi fa molto pensare”.
“A che cosa?”
“Che l’azione di un artista, un artista vero intendo, è sempre sovversiva.”
“Stai meditando una rivoluzione politica?”, mi chiede Rivka sorridendo.
“No, no, niente di tutto ciò. – Vedi, l’artista interpreta la realtà secondo aspetti che sfuggono all’occhio convenzionale e quindi spinge chi guarda la sua opera a ripensare la realtà stessa in maniera diversa. In un certo senso lo forza a considerare che esistono altre possibilità, a mettere in discussione il tradizionale e il manifesto e di conseguenza a promuovere un’azione innovatrice. Non credi che se coltivassimo questa attitudine saremmo un po’ più individui e un po’ meno gregge?”
“Già, ma non tutti possiedono un talento, non tutti sono pittori, scultori, poeti…”
“È vero, e aggiungo, per fortuna. L’umanità sarebbe già scomparsa da tempo se fosse così. Però tutti abbiamo accesso alla conoscenza ed è un diritto e quanto mai un dovere di tutti attingere a questa conoscenza per poter essere liberi di scegliere e non continuare a vivere da sonnambuli.”
Rivka mi guarda e si apre in un meraviglioso sorriso.
“Che c’è?”
“Sono contenta”.
“Ah si?”.
“Si, credo proprio che il mio regalo ti abbia fatto bene”.
“Già, lo credo anch’io.”

*Per chi volesse consultare il poema originale di Walt Whitman o è interessato alla sua opera può cliccare qui: The Walt Whitman Archive

Annunci

2 pensieri riguardo “O me! O life!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...