DISTOPIA I LOVE YOU

Nel 1932, ottant’anni fa, usciva “Brave New World” di Aldous Huxley. Vi si ipotizzava una società del futuro i cui membri, attraverso modificazioni genetiche, lavaggio del cervello, consumo di droghe e distrazioni ricreative, vivevano in uno stato di felicità indotta continua. Un edonismo controllato che aveva come prezzo l’annullamento del pensiero autonomo. Qualche anno più… Read More DISTOPIA I LOVE YOU

Libia e la solita ipocrisia

Mercoledi, mentre il Consiglio di Sicurezza e la UE balbettavano un comunicato di condanna e il ministro degli Esteri Franco Frattini faceva acrobazie verbali per tentare di difendere l’indifendibile, a Roma si annunciava che la Libia aveva appena comprato il 2% delle azioni del gruppo statale Finmeccanica, ottavo venditore di armi e apparecchiature aerospaziali del mondo.… Read More Libia e la solita ipocrisia

Signore e signori…buonanotte

…Pare invece che il cittadino moderno sia compiacente, connivente o nel peggiore dei casi indifferente al fatto che coloro che dovrebbero occuparsi del suo bene, si occupino esclusivamente dei suoi beni; che la sua libertà di azione e di espressione sia limitata ogni giorno di più; che sia costantemente vittima di sprechi, abusi e inefficienze; che gli venga costantemente occultata la verità; che giorno dopo giorno, un poco alla volta, si veda sottrarre tutte quelle attività culturali, educative, ludiche e giocose che costituiscono la semplice gioia del vivere (lo spirito ha bisogno di nutrirsi quanto e forse più del corpo), per lasciare il posto all’isolamento e all’abbandono, che producono amarezza, diffidenza e paura…
Read More Signore e signori…buonanotte